L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale

Ricerca Infestante

In questa sezione sono raccolte le informazioni scientifiche degli infestanti.
In particolare ciascun infestante è presentato secondo la classificazione tassonomica, la descrizione morfologia, la biologia e il comportamento, gli ambienti frequentati e i danni che può causare in caso di diffusione. 

 

Elenco infestanti ::: canili ::: Blatte

Blatte

Blattella germanica (Linnaeus) Blattella

Ordine: Blattodea | Famiglia Blattellidae

Descrizione morfologica

Adulto
Gli adulti misurano in lunghezza 1-1,5 cm, sono di colore marroncino chiaro e hanno sul primo segmento del torace, in posizione dorsale (pronoto), due macchie longitudinali scure, il capo è piccolo ma evidente con due antenne molto lunghe filiformi, l'apparato boccale è masticatore, nascosto dal capo.
Hanno ali completamente sviluppate, leggermente sclerificate, che coprono tutto l'addome.
Le zampe sono lunghe, sottili, adatte a correre, con numerose spine ben evidenti.
All'estremità dell'addome sono portati due cerci lunghi circa 3 mm.
Il corpo è schiacciato longitudinalmente.

Uovo
La specie produce ooteche, strutture a forma di pochette, marronastre, all'interno delle quali vi sono le uova. L'ooteca (8 mm di lunghezza, 3 mm di altezza e 2 mm di profondità) può essere trasportata attaccata all'estremità dell'addome dalla femmina per un certo periodo.

Neanide
Molto simile all'adulto, manca delle ali, è di colore bruno scuro con le caratteristiche macchie sul pronoto come l'adulto.

Ninfa
Stessa forma della neanide ma con gli abbozzi alari (ali in formazione).

Biologia e comportamento

La blattella produce fino a 8 ooteche con circa 30-40 uova ciascuna.
Le uova schiudono all'unisono in modo che le neanidi spingano tutte assieme per aprire l'ooteca e poter fuoriuscire, una volta fuori si disperdono a raggiera.
Il ciclo completo può durare 2 mesi se le condizioni ambientali sono favorevoli (30 °C e 70% di umidità) e vi è abbondanza di cibo, oppure può arrivare a durare anche 7 mesi.
Gli adulti vivono molto a lungo: 3-7 mesi.
Le zampe sono adatte per arrampicarsi sia su superfici lisce sia rugose, pertanto la specie raggiunge anche i ripiani di lavorazione.
Il corpo appiattito permette alla specie di infilarsi in fessure piuttosto piccole, ad esempio nei cartoni oppure nei pallets, e tramite questi mezzi viene trasportata ovunque.
Rifuggono la luce e sono attivi solo di notte, si possono vedere di giorno solo in caso di ambienti fortemente infestati o se si scoperchiano i loro nascondigli.

Ambienti frequentati

canili

Materiali attaccati

Si tratta di specie onnivora per cui alimenti di tutti i generi sono appetiti da tutti gli stadi;
le blattelle si nutrono anche di saponi, dentifrici, colle, carta, cibo per animali e rilegature dei libri.

Note

A volte le uova schiudono quando l'ooteca è ancora attaccata all'addome della femmina.

Immagine Principale

Danni

La blattella frequenta gli stessi ambienti in tutti gli stadi di sviluppo, ha un apparato boccale masticatore con il quale si nutre di parecchie sostanze alimentari di origine vegetale e anche di carta. Il danno diretto è il male minore, le derrate infestate infatti presentano un cattivo odore, sono piene di resti di insetti, esuvie, insetti morti, ooteche schiuse, escrementi, sono impregnate dell'odore acre emesso a mo' di allarme e quindi non più utilizzabili.
La specie è in grado di trasportare e quindi diffondere nell'ambiente un numero molto elevato di microrganismi, molti dei quali dannosi all'Uomo, è responsabile dell'insorgenza di reazioni allergiche e in ambienti molto infestati può causare forte stress psicologico per le persone che vi soggiornano.