L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale

Ricerca Infestante

In questa sezione sono raccolte le informazioni scientifiche degli infestanti.
In particolare ciascun infestante è presentato secondo la classificazione tassonomica, la descrizione morfologia, la biologia e il comportamento, gli ambienti frequentati e i danni che può causare in caso di diffusione. 

 

Elenco infestanti ::: agriturismi, Campeggi ::: Vespe

Vespe

Vespa crabro Linnaeus Calabrone

Ordine: Hymenoptera | Famiglia Vespidae

Descrizione morfologica

Adulto
La Vespa crabro vive in società annuali.
Di dimensioni ragguardevoli, le femmine possono misurare anche 3,5 cm di lunghezza e più, mentre i maschi e le operaie sono più piccoli.
L'adulto presenta una colorazione bruno-rossiccia con bande giallastre sull'addome intervallate da bande quasi nere più strette e con 2 protuberanze dello stesso colore sui lati. Evidenzia una leggera peluria su tutto il corpo. Le antenne sono piuttosto spesse, gli occhi composti ben sviluppati a forma di C, le ali membranose di colore giallastro.
Le femmine presentano l'ovopositore trasformato in aculeo.
Gli adulti posseggono un apparato boccale masticatore con due mandibole molto robuste, visibili ad occhio nudo.

Uovo
Translucido, di colore biancastro, di forma ovale, misura pochi mm di lunghezza.

Larva
Di colore biancastro, non possiede zampe e presenta una forma ingrossata nella parte centrale del corpo, ha il capo di colore marrone chiaro.

Pupa
Di colore biancastro, assomiglia molto all'adulto.

 

Biologia e comportamento

La specie vive in colonie annuali composte da parecchie centinaia di individui (circa 700). Il nido è costituito da cellette entro le quali gli stadi preimmaginali si sviluppano, costruite, impastando con la saliva, del materiale vegetale; è organizzato a piani e ricoperto esteriormente da uno strato di materiale impastato, assume in genere una forma ovale o sferica anche se spesso si adatta al luogo in cui viene costruito. I nidi possono essere piuttosto grossi (50 cm di diametro) e vengono posizionati in anfratti di vario genere siano essi naturali o costruiti dall'Uomo come ad esempio i camini.
Le larve vengono nutrite dalle operaie con insetti predati.
Gli adulti sono buoni volatori ed emettono un brusio piuttosto rumoroso, sono attivi durante il giorno ma anche nelle ore notturne e sono attirati dalla luce.

Ambienti frequentati

agriturismi, Campeggi

Materiali attaccati

Il calabrone è soprattutto un predatore di altri insetti, comprese le api da miele.
In estate si ciba di nettare e anche a spese di frutti di cui è in grado di lacerarne le bucce per poterne assumere i liquidi zuccherini.
Di solito è una specie schiva ma se disturbato, soprattutto in prossimità del nido, è in grado di infliggere all'Uomo punture piuttosto dolorose, in genere senza conseguenze, a meno che non siano numerose e inflitte a persone allergiche.

Note

In Germania la specie è protetta. Essendo una specie predatrice di altri insetti svolge in parte un ruolo utile nel contenimento degli insetti dannosi.

Immagine Principale

Danni

Punture agli esseri umani.