L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale

Ricerca Infestante

In questa sezione sono raccolte le informazioni scientifiche degli infestanti.
In particolare ciascun infestante è presentato secondo la classificazione tassonomica, la descrizione morfologia, la biologia e il comportamento, gli ambienti frequentati e i danni che può causare in caso di diffusione. 

 

Elenco infestanti ::: abitazioni, uffici ::: Cimici verde

Cimici verde

Nezara viridula Linnaeus Cimice verde

Ordine: Rhynchota | Famiglia Pentatomidae

Descrizione morfologica

Adulto
L'adulto misura in lunghezza circa 12 mm, è di colore verde brillante, il corpo ha una forma subpentagonale, tipica della famiglia, le antenne sono lunghe e sottili, composte da 5 articoli ben evidenti. Gli occhi sono piccoli, tondeggianti e leggermente sporgenti, l'apparato boccale è pungente succhiante tenuto piegato sotto al capo quando l'insetto non si nutre.
Le zampe sono adatte a camminare, le ali sono sclerificate solo nella metà prossimale, distalmente invece sono membranose (emielitre cioè sclerificate a metà), le ali posteriori sono membranose e portate ripiegate sotto alle ali anteriori quando l'insetto non vola.

Uovo
A forma di barilotto, visibile a occhio nudo perché deposto a gruppi, di colore bianco-giallastro.

Neanide
Simile all'adulto nella forma, differisce per le dimensioni, per la colorazione e per l'assenza delle ali.

Ninfa
Simile alla neanide, differisce da essa per l'apparizione degli abbozzi alari.

Biologia e comportamento

La specie sverna allo stadio adulto, di solito tra la corteccia delle piante, sotto alla vegetazione seccata, nelle anfrattuosità dei muri, ... e in primavera la femmina depone le uova a gruppetti sulla superficie della pagina inferiore delle foglie.
Dalle uova nascono le neanidi che a metà estate si trasformano in adulti. La cimice verde compie 2 generazioni all'anno.
Tutti gli stadi (neanide, ninfa, adulto) si nutrono di linfa di piante e di frutti come il pomodoro, le punture provocano delle decolorazioni e delle necrosi, causando degli accrescimenti deformi. Può essere dannosa anche ai frutti del nocciolo.

Ambienti frequentati

abitazioni, uffici

Materiali attaccati

Attacca vegetali in pieno campo.

Immagine Principale

Danni

Si tratta di specie fitofaga, non punge l'Uomo ma con l'abbassarsi delle temperature, alla fine dell'estate, gli adulti penetrano negli edifici alla ricerca di un riparo in cui passare l'inverno.