L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale

CAMPUS Copyr: Approfondimenti

Una sezione dedicata ad approfondimenti sugli infestanti più
diffusi negli ambienti pubblici e privati.
I contenuti sono realizzati in collaborazione con il DI.PRO.VE.S.
(Dipartimento di scienze delle Produzioni Vegetali e
Sostenibili) - Area Protezione Sostenibile delle Piante e
degli Alimenti dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
di Piacenza.

Una sezione in cui potrai trovare informazioni utili sul tema
dell’igiene ambientale e dedicata ad approfondimenti sulle
tecniche migliori per affrontare gli infestanti più diffusi
negli ambienti pubblici e privati.

Approfondimenti ::: Aree pubbliche e comunità ::: Come avviene la deposizione delle uova negli insetti?

07 Ott

Come avviene la deposizione delle uova negli insetti?

Come avviene la deposizione delle uova negli insetti?

 

Gli insetti sono animaletti a sessi separati, salvo rarissime eccezioni. In generale, raggiungono la maturità sessuale solo da adulti e depongono uova fertili solo dopo l’accoppiamento. Considerate le loro dimensioni molto modeste, per facilitare l’incontro tra i due sessi opposti nel corso dell’evoluzione sono stati affinati meccanismi di attrazione come luce, suoni o sostanze odorose volatili che le femmine emettono per facilitare il maschio (ma talvolta sono i maschi a produrre richiami attrattivi, o entrambi i sessi) nell’individuazione della partner: un ciuffo d’erba per loro rappresenta una foresta!

 

I richiami olfattivi volatili emessi dalle femmine per attirare i maschi (feromoni sessuali) sono molto diffusi e su di essi si basano metodi di controllo degli infestanti, adottati dall’uomo per contenerne le popolazioni: l’uso delle sostanze volatili trova ampia applicazione nella tecnica della confusione sessuale classica e sue varianti.

 

La femmina, avvenuto l’accoppiamento, si accinge a deporre le uova generalmente non prima di aver individuato il substrato adatto per poter garantire alla futura prole cibo a sufficienza per svilupparsi. Non dimentichiamo che, essendo animali di piccole dimensioni, in generale, depongono anche uova molto piccole (al di sotto del mm, nella maggior parte degli insetti) quindi il neonato sarà altrettanto piccolo e, non essendo in grado di volare (perché le ali sono sviluppate solo negli adulti), è pertanto incapace di compiere grandi spostamenti alla ricerca del cibo.

 

Le femmine, individuato il substrato adatto a seconda della specie e, a seconda del tipo di ovipositore che possiedono, si possono comportare in due modi distinti: appoggiano le uova isolate o a gruppi sul substrato senza fissarle, o attaccandole più o meno tenacemente ad esso, oppure mediante l’ovipositore forano il substrato, sia esso vegetale o animale, e depongono le uova al suo interno.

 

Particolare il caso ad esempio delle blatte: le femmine producono le ooteche, strutture di protezione a forma di pochette, all'interno delle quali vi sono le uova, L'ooteca può essere trasportata attaccata all'estremità dell'addome dalla femmina per un certo periodo. Ci sono poi specie che possiedono un ovipositore in grado di forare la buccia dei frutti, e anche altre che riescono a forare il legno per raggiungere la larva xilofaga all’interno della galleria e deporvi l’uovo. In altre specie di insetti, invece, la femmina è priva di qualsiasi tipo di ovipositore: in questo caso le uova sono semplicemente appoggiate sul substrato.

 

Ogni modalità di ovideposizione in ogni caso è adatta per favorire la sopravvivenza della progenie. Una femmina a seconda della specie nel corso della sua, in genere, breve vita, riesce a deporre da poche uova a milioni (Tremblay, 1990). Le uova hanno diversa foggia a seconda della specie: possono essere perfettamente tonde, ovali più o meno allungate, a forma di fagiolo, di barilotto, lenticolari, piatte, in alcuni insetti - ad esempio l’insetto stecco - assomigliano fortemente a dei piccoli semi con cui è molto facile confonderle.

 

Il guscio dell’uovo si chiama corion, può essere di colore diverso, negli insetti delle derrate ad esempio spesso è di colore chiaro e trasparente. Sulla superficie del corion sono presenti formazioni a volte spettacolari: protuberanze regolari di diversa forma, reticolature, avvallamenti e così via, non visibili ad occhio nudo ma molto interessanti da osservare al microscopio elettronico a scansione. Osservare a questi ingrandimenti le uova permette di identificare in certi casi addirittura la specie dell’insetto che le ha deposte.

è stato utile?

Si
No
Grazie per per aver lasciato un feedback.
Hoops! riprova in un secondo momento.

Potrebbero interessarti anche

21 Ott Come avviene la schiusa delle uova negli insetti 20 Set I fattori abiotici e gli insetti 15 Lug Come reagiscono gli insetti ai gas insetticida?

Richiedi
l'intervento
di un
operatore
abilitato

Se non sei ancora seguito da
un'azienda specializzata, segnalaci il
problema e ti metteremo in contatto
con un professionista e/o rivenditore abilitato.

 

segnala un problema

Iscriviti alla
newsletter

Voglio essere iscritto alla newsletter. Per maggiori informazioni, consulta la Policy Privacy Conferma
Facendo click su "Desidero iscrivermi" accetti la Policy Privacy
Complimenti!
registrazione effettuata con successo.
Riceverà un email di conferma al sui indirizzo di posta elettronica.
Hoops!
Si sono verificati dei problemi durante la registrazione.
Riprova in un secondo momento!

Se il problema persiste invia un email a copyrpco@copyr.it